stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Pescatori sequestrati in Libia, incendiata a Mazara l'auto del capitano Giacalone
INDAGINI AL VIA

Pescatori sequestrati in Libia, incendiata a Mazara l'auto del capitano Giacalone

incendi, Mazara del Vallo, Trapani, Cronaca
Foto Archivio

Incendiata l'auto di Giacomo Giacalone, uno dei 18 pescatori di Mazara del Vallo sequestrati in Libia da settembre a dicembre scorsi. Giacalone è il comandante del motopesca "Anna Madre".  A indagare i carabinieri di Mazara che dovranno chiarire la matrice del rogo.  Non è esclusa la pista dell’autocombustione dovuta a un cortocircuito dell’impianto elettrico.

L'auto di Giacalone, una Range Rover, era parcheggiata sotto casa del pescatore, quando è stata distrutta dalle fiamme.

La notte del rapimento, a settembre 2020, il peschereccio Anna Madre riuscì a scappare dai libici. Mentre il comandante Giacalone e altri 17 pescatori finirono prigionieri dei libici. Poi, a dicembre, la liberazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X