stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Calatafimi-Segesta, minaccia i carabinieri con un coltello: arrestato tunisino
CLANDESTINO

Calatafimi-Segesta, minaccia i carabinieri con un coltello: arrestato tunisino

di

Un 50enne tunisino, Chokri Euchi è stato arrestato venerdì scorso dai carabinieri della Stazione di Calatafimi Segesta per resistenza, violenza, minaccia a Pubblico Ufficiale e porto di oggetti atti ad offendere.

L'uomo, clandestino sul territorio nazionale, è già noto alle Forze dell’Ordine perché gravato da numerosi precedenti di polizia, soprattutto per stupefacenti.

I militari, durante un controllo, hanno visto l’uomo a piedi nei pressi della Stazione Ferroviaria di “Alcamo Diramazione” e hanno controllato i documenti. Euchi però è apparso nervoso e restio a fornire le proprie generalità. Da un controllo è emerso che il tunisino era irregolare sul territorio nazionale ed era già stato raggiunto da ben tre ordini di espulsione.

I carabinieri hanno chiesto al 50enne di seguirli ma lui ha estratto un coltello a serramanico puntandolo contro il petto dell’appuntato e minacciando di morte i due militari.

I carabinieri hanno cercato di riportarlo alla calma e l'uomo è fuggito a piedi per le campagne limitrofe. I militari lo hanno seguito e chiamato rinforzi. È stato poi rintracciato in Contrada Coda di Volpe, nei pressi della cantina sociale “Fiumefreddo”. Aveva ancora il coltello che è stato sequestrato.

Il tunisino è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Trapani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ha convalidato l’arresto e applicato confronti dell’uomo la misura cautelare dell’obbligo giornaliero della presentazione ai carabinieri di Alcamo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X