DA GDS IN EDICOLA

In cucina con Nino 'u ballerino, i detenuti di Trapani a scuola di street food

di
detenuti, nino u ballerino, street food, Trapani, Cronaca

Per un giorno i detenuti della casa circondariale di Trapani «Pietro Cerulli» hanno potuto assaggiare i prodotti della gastronomia siciliana nota in tutto il mondo come «street food» e questo grazie alla presenza nel laboratorio dove cucinano i detenuti che frequentano i corsi dell'Alberghiero, di un maestro dello streeet food siciliano, Antonino Buffa, meglio noto come «Ninu u Ballerino».

Niente quindi cibo da mensa, ma pane e panelle, pane con la milza, crocchè, arancine ed altri prodotti della gastronomia da strada siciliana sono stati al centro di una vera e propria lezione di «street food» da parte di Antonino Buffa.

L'iniziativa si deve grazie alla collaborazione tra l'Istituto alberghiero presente nel carcere trapanese ormai da anni e il noto focaccere palermitano Antonino Buffa, diventato famoso in tutto il mondo grazie al suo panino con la milza e alla preparazione stessa del panino, che realizza a suon di musica tanto da avergli procurato il soprannome di Nino ‘U Ballerino.

L'articolo nell'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X