stampa
Dimensione testo
IL PROCESSO

Operaio morì in una cantina di Marsala, chiesto giudizio per imprenditore

MARSALA. La Procura di Marsala ha chiesto il rinvio a giudizio con l'accusa di omicidio colposo per Francesco Bonomo, 75 anni, amministratore delle Cantine Mothia, dove il 22 luglio 2012, all'interno di una cisterna interrata, morì, per asfissia, un operaio marocchino, Youssef Mortada, 34 anni.

Il decesso dell'operaio fu causato dalle esalazioni di idrogeno solforato mentre puliva la cisterna. Youssef Mortada non aveva un contratto di lavoro con la cantina, ma secondo l'accusa Bonono era comunque il suo datore di lavoro. A svolgere le indagini sul mortale incidente sono stati i carabinieri di Marsala, secondo i quali l'operaio stava lavorando senza i necessari dispositivi di protezione personale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X