stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Serie C ai nastri di partenza: Bari, Palermo e Catania big del Sud
CALCIO

Serie C ai nastri di partenza: Bari, Palermo e Catania big del Sud

La Serie C prenderà il via il prossimo 27 settembre e tornerà interamente in campo dopo uno stop durato circa sette mesi, escludendo le fasi finali disputate qualche settimana fa.

"Mi aspetto che il campionato possa portare gioia e normalità, mi aspetto che il pubblico torni allo stadio" l'augurio del presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, nel giorno del sorteggio dei calendari. "Dobbiamo riprendere il percorso che si è interrotto - ha sottolineato Ghirelli ai microfoni di Rai Sport -. Dovremo essere bravi a far tornare la gente, che deve superare la paura di stare insieme".

Mesi, settimane intese e soprattutto complicate per capire come si sarebbe dovuto ripartire e con che tipi di sicurezza dal punto di vista della salute, con la terza serie che si è dovuta adattare come quelle che la precedono e cioè A e B: "Abbiamo attraversato giorni difficilissimi con un protocollo sanitario pesantissimo, bisogna abbassarne l’onere", l’appello di Ghirelli. Tanti grandi squadre con ambizioni importanti, ma anche piccole realtà che per la prima volta si affacciano al professionismo.

Nel girone A ci sono le big Piacenza, Novara, Carrarese e Livorno; nel girone B Carpi, Mantova, Perugia, Cesena, Padova e Modena; nel girone C grandissima bagarre con Bari, Palermo, Ternana, Catania, Foggia, Avellino, Juve Stabia e Trapani.

Proprio quest’ultimo raggruppamento è probabilmente quello più competittivo sia dal punto di vista tecnico che per blasone delle sqaudre che vi partecipano. Su tutte ci sono sicuramente Bari e Palermo, con quest’ultima che nonostante sia una neopromossa ha intenzione di lottare fin da subito per raggiungere il campionato cadetto; mentre i puglesi, dopo aver sfiorato il salto di categoria ai playoff, hanno l’obiettivo di riprovarci. I galletti alla prima giornata saranno ospiti della Virtus Francavilla, i rosanero, di contro, faranno visita al Teramo (le due squadre nella loro storia non si sono mai affrontate). Per la compagine siciliana di Roberto Boscaglia anche due derby, alla nona giornata, l’8 novembre al "Barbera" arriverà il Catania (sfida che manca da sette anni), alla dodicesima la squadra del capoluogo siciliano sarà invece al "Provinciale" per sfidare il Trapani. Match di cartello anche quello con la principale concorrente per la promozione, il Bari di Gaetano Auteri, il 23 dicembre (17a giornata). Nel girone di ritorno rush finale fino all’ultima giornata che si disputerà il 25 aprile, ma unidici prima, alla trentaseisima giornata, Bari-Palermo: un match che potrebbe decidere le sorti del campionato.

"Un inizio difficile, soprattutto alla terza dell’infrasettimanale - ha spiegato l’allenatore del Palermo, Roberto Boscaglia -. Sono tutte squadre molto competitive, noi siamo ancora in una fase di costruzione. Sarà un campionato difficile ma daremo tutto e abbiamo il dovere di giocarcela al meglio e capitalizzare tutte le prestazioni". Dello stesso avviso anche il tecnico del Catania, Giuseppe Raffaele: "Il nostro raggruppamento - ha spiega l'allenatore degli etnei - è a tutti gli effetti, per l'importanza delle piazze, una Serie B mascherata: proprio per questo, sarà ancora più bello vivere il campionato affrontando con fiducia e convinzione ogni gara". Tutti ingredienti ideali per una grande stagione di calcio che sarà seguita da migliaia di appassionati in giro per l’Italia. Torna la C, si parte.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X