stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Il Trapani Calcio deferito su segnalazione della Covisoc, altro colpo dopo la retrocessione
TEMPI DURI

Il Trapani Calcio deferito su segnalazione della Covisoc, altro colpo dopo la retrocessione

Tempi duri per il Trapani Calcio. Dopo la retrocessione di ieri in serie C, oggi arriva il deferimento su segnalazione della Covisoc.

Ieri la bocciatura del ricorso contro la penalizzazione in classifica, oggi il deferimento. A seguito della segnalazione della Covisoc, infatti, il procuratore federale ha deferito al Tribunale federale nazionale sezione disciplinare, Monica Pretti, all'epoca dei fatti consigliere delegato e legale rappresentante pro-tempore del Trapani "per avere violato i doveri di lealtà, probità e correttezza, per non avere depositato, entro il 30 giugno 2020, la situazione patrimoniale intermedia al 31/03/2020".

Il club siciliano è stato deferito a titolo di responsabilità diretta per il comportamento posto in essere dalla signora Pretti e, a titolo di responsabilità propria, per non avere depositato, entro il 30 giugno 2020, la situazione patrimoniale intermedia al 31/03/2020.

Scelte che Alivision Transport, società proprietaria del Trapani Calcio, fa fatica a digerire. "Il rigetto del ricorso del Trapani Calcio da parte del collegio di garanzia del Coni è un errore - si legge in una nota -che rappresenta e rappresenterà per sempre un unicum nella storia dello sport italiano. Un errore che verrà riconosciuto come tale dalla comunità del Diritto come del resto dimostrato dal parere pro-veritate, terzo ed imparziale, formulato da uno dei più autorevoli giuristi italiani il prof. Guido Alpa".

"Questo rigetto - continua la nota - rappresenta l’ennesimo sconcertante atto di un campionato falsato da decisioni e scelte che tutto premiamo fuorché il merito sportivo e rispetto alle quali il Trapani Calcio assumerà ogni iniziativa necessaria per tutelare la passione dei propri tifosi e di un’intera città. Per limitarci al caso Trapani mentre poco più di un anno fa nulla è stato fatto per prevenire l’annunciata e pressoché certa mala gestio del sig. De Simone, acclarata dai provvedimenti cautelari adottati nella giornata di ieri dalla Procura della Repubblica di Trapani, oggi viceversa si è stati estremamente solerti ed insistenti per vanificare, per un lieve e parziale ritardo, lo straordinario girone di ritorno del Trapani guidato da Fabrizio Castori".

La società si dice pronta a mettere in campo tutte le azioni necessarie per garantire l’iscrizione al prossimo campionato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X