POLEMICA

San Vito e Custonaci, multe con lo scout speed nel ciclone: presentati i ricorsi

di

Sono valide le multe fatte con l’utilizzo dello Scout speed nei Comuni di San Vito Lo Capo e Custonaci? Da quest’interrogativo si sono accese le luci su una vicenda finita anche al centro del dibattito politico.

A rilevarle sono stati gli agenti della Polizia Municipale di San Vito Lo Capo e di Custonaci nei rispettivi territori e in parte del periodo estivo, ma con l’utilizzo di una Fiat Punto «in borghese» presa a noleggio dai due comuni da una ditta di Catania (la «Street solution»).

Una vettura dotata di tutta la strumentazione necessaria ma che risulta iscritta al Pubblico Registro Automobilistico come vettura a uso privato per trasporto persone. «Essendo una vettura privata non può essere noleggiata a terzi, in questo caso un Comune – chiarisce il capogruppo Gaspare Scola – e poi, così come recita il decreto Minniti, il limite di velocità deve essere riscontrato da personale in uniforme e con vetture contraddistinte dai loghi del Comune».

L’articolo completo nell’edizione di Trapani del Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X