LA PROTESTA

Gli avvocati di Trapani proclamano lo stato d’agitazione

di

Confermato, dall’assemblea degli avvocati della Camera penale «Giuseppe Rubino» di Trapani, lo stato di agitazione, che era stato deliberato dal direttivo, contro la scelta della modifica del regime della prescrizione annunciata dal ministro della giustizia Alfonso Bonafede. «In totale sintonia con l'Unione delle Camere Penali Italiane - affermano il presidente della Camera penale trapanese, avvocato Salvatore Alagna, ed il vicepresidente, avvocato Marco Siragusa – siamo pronti ad inasprire la protesta se non si registrerà, a brevissima scadenza, una inversione di tendenza sostanziale».

L’assemblea che ha avuto luogo nel Palazzo di Giustizia di via XXX Gennaio, ha emesso un documento nel quale, tra l’altro, si esprime piena condivisione sul fatto che «l’istituto della prescrizione dei reati garantisce il rispetto del diritto fondamentale della persona di non restare a tempo indeterminato (tanto come imputato quanto come persona offesa dal reato) in balia del sistema giudiziario e delle sue inefficienze» appunto perché «la ragionevole durata del processo costituisce un principio costituzionale e convenzionale a tutela del cittadino e contro ogni forma di abuso dall’inefficienza dello Stato».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X