MAXI PROCESSO

Belice, truffa all’Inps: trentacinque persone assolte e un condannato

di

Nel maxi-processo “Indelicato Francesco + 35” (presunta truffa ai danni dell’Inps sul fronte delle indennità di disoccupazione erogate nel settore dell’allevamento degli animali) è stato condannato, ad un anno e 8 mesi di reclusione, solo l’imprenditore campobellese Vincenzo Indelicato. Ma per il reato tributario di «indebita compensazione». E cioè, per aver utilizzato “in compensazione”, ai fini del pagamento delle tasse, “crediti non spettanti”.

Quest’accusa (ma non la truffa) era mossa anche a Francesco Indelicato, padre di Vincenzo, ma l’uomo nel frattempo è deceduto. Quindi, “non doversi procedere” per morte dell’imputato. Assolta, invece, la moglie di Vincenzo Indelicato, Francesca Montalto.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X