L'ORDINANZA

Favignana, dal 1° marzo 2019 stop a sacchetti e stoviglie di plastica non biodegradabili

di

L'idea che vieta ai cittadini delle Egadi di utilizzare sacchetti di plastica e stoviglie non biodegradabili è divenuta finalmente realtà. È stata firmata l'ordinanza sindacale, la n.22 del 18 ottobre 2018, che detta ai cittadini residenti e non e alle attività commerciali le regole per minimizzare l'impatto ambientale e per dare uno slancio alla raccolta differenziata.

L'ordinanza - che avrà decorrenza dal 1° marzo 2019 -  vieta la commercializzazione dei comuni sacchetti in polietilene e il divieto di utilizzo delle stoviglie monouso che non siano biodegradabili. In una prima fase sarà consentito agli operatori di utilizzare i sacchetti in plastica fino ad esaurimento scorte, entro il 28 febbraio 2019.

Uno studio pubblicato da GreenPeace stima che sono circa 5.250 miliardi i pezzi di rifiuti di plastica che galleggiano sul mare, senza calcolare quelli presenti su fondali e spiagge.

Cifre che, secondo altri studi, sottostimano la situazione ma sarebbe impossibile indicare con chiarezza il numero di rifiuti presenti. Anche la Nuova Zelanda, il paese che registra uno dei tassi più alti di produzione di rifiuti, ha abolito l'uso dei sacchetti di plastica usa e getta, ma cresce anche la sensibilità ambientale da parte delle compagnie di navigazione come la Msc Crociere che ha deciso di abolire gradualmente l'utilizzo della plastica monouso a bordo.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X