IL CASO

Utilizzo dell'impianto di compostaggio, Alcamo vuole essere risarcita

di

Il Comune di Alcamo sta valutando se chiedere i "danni" alla Regione per quei giorni di utilizzo dell'impianto di compostaggio dei privati di contrada Citrolo garantito ad una quarantina di territori siciliani. Lo ha annunciato il sindaco Domenico Surdi che quindi ipotizza una sorta di "ristoro", un vero e proprio risarcimento da parte del governo cittadino per aver concesso ad un numero elevatissimo di Comuni quell'impianto.

Per tre giorni un numero imponente di mezzi pesanti hanno per ore stazionato sulla bretella della statale 113, causando quindi un notevole impatto ambientale con concentrazione notevole di gas di scarico. Ma non è l'unico tema scottante che sul piano ambientale sta prendendo di petto il municipio alcamese.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X