CALCIO

L'Alcamo rimane senza stadio, il presidente Prestigiacomo si dimette

Alcamo senza stadio, dimissioni Prestigiacomo, Trapani, Sport
Il presidente Gigi Prestigiacomo

L’Alba Alcamo è ancora costretta a trasferire temporaneamente le mura amiche. Una situazione che si trascina da settimane e che ieri ha provocato le dimissioni del presidente bianconero Prestigiacomo, in chiaro segno di protesta per i ritardi burocratici che stanno condizionando la sua squadra e il pubblico al suo seguito.

Anche oggi l’Alcamo, quindi, non potrà giocare allo stadio comunale "Lelio Catella", in attesa dell’agibilità dopo che nei mesi scorsi sono stati svolti lavori di manutenzione al suo interno.

"Ho rassegnato le mie dimissioni - spiega infatti Prestigiacomo - perché la situazione è diventata insostenibile. Questo per me non è fare calcio e una città di 50.000 abitanti non può continuare a privarsi della sua squadra di calcio per problemi burocratici relativi al proprio campo".

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X