IL CASO

Trapani, per Raimondo Cerami "Senza fondi, si rischia il default"

"Trapani a rischio default". È quanto sostiene  l’ex magistrato Raimondo Cerami, che ha appena ricevuto la proroga, fino al 31 dicembre, dell’incarico di commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale della città.

"Con la manovra di assestamento del bilancio della Regione - dichiara -, il Governo presieduto da Nello Musumeci deve trovare le risorse finanziarie per consentire alle ex Province di approvare i bilanci di previsione, in mancanza dei quali tutti i Liberi Consorzi si avvieranno al dissesto finanziario". Per Cerami se la Regione non sarà in grado di fare «acrobazie» per assestare il bilancio, il rischio default per l’ex Provincia regionale sarebbe inevitabile e comporterebbe un duro colpo per la comunità amministrata perché mancherebbe soprattutto la possibilità di investimento in materia di viabilità e di edilizia scolastica.

La versione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione del Giornale di Sicilia - edizione di Trapani.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X