IN OCCASIONE DEL BIAS

Dal Policlitecnico di Torino per studiare il centro storico di Salemi, l'avventura di 15 studenti

di

Per guardare con positività al futuro e valorizzare il presente bisogna affidarsi alle menti energiche dei giovani, alle loro strategie e alle loro proposte. È la scelta che ha fatto il Comune di Salemi, ospitando nella piccola cittadina 15 studenti del dipartimento di Architettura e design del Politecnico di Torino, giunti in Sicilia insieme al professore Roberto Dini per studiare e conoscere il territorio e in particolare il centro storico.

Gli studenti sono arrivati a Salemi nell'ambito della "Biennale Internazionale Arte Contemporanea Sacra di Sicilia" (Bias) 2018, promossa dal "World international sicilian heritage-Wish".

Salemi ha partecipato attivamente all'accoglienza dei 15 studenti: ogni famiglia ha scelto infatti di ospitare i giovani, che resteranno in Sicilia fino al 6 ottobre, alternando studio a visite del territorio. Obiettivo della visita? Studiare e conoscere il centro storico, elaborando infine una proposta per il suo recupero. Il progetto per il comune di Salemi è stato curato dall'assessore al Centro Storico, Vito Scalisi.

Per il sindaco di Salemi, Domenico Venuti, è "doveroso guardare al terremoto del 1969 non con il solito rivendicazionismo nè uniformandosi al classico clichè di un Belice che continua a chiedere soldi per la ricostruzione" ma è necessario aprirsi alle idee dei più giovani e agli spunti che gli stessi cittadini possono proporre.

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X