LA DECISIONE

Mazara del Vallo, la casa canonica ospita un giovane migrante

di
migrante casa canonica, Trapani, Cronaca
Seckou Keita insieme a don Edoardo Bonacasa e alcuni componenti del Consiglio pastorale parrocchiale

La comunità parrocchiale della Cattedrale di Mazara, con decisione presa in Consiglio pastorale, ha deciso di accogliere un giovane migrante, rispondendo all'appello di Papa Francesco che, in occasione della Giornata del Migrante, ha invitato le comunità ad accogliere il prossimo, dando così speranza ai nuovi arrivati.

Il neo arrivato si chiama Seckou Keita, ha diciannove anni ed è originario del Mali, dal 2014 a Mazara del Vallo. Il giovane è arrivato in Sicilia quando aveva quindici anni e ha seguito il percorso di minore non accompagnato. Per lui, poi intanto diventato maggiorenne, si è aperta la strada di un progetto umanitario. Dopo un periodo di permanenza (prorogato per alcuni mesi), in una comunità d’accoglienza, i primi di luglio Seckou avrebbe dovuto lasciare la struttura e trovarsi una nuova casa.

Nella casa, visto lo spazio, sarà accolto anche un secondo ragazzo migrante che vivrà l’appartamento insieme a Seckou. «I due giovani non saranno lasciati soli – ha detto don Bonacasa – ma la comunità parrocchiale si è impegnata ad accompagnarli».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X