Amir riabbraccia la ragazza soccorsa a Tre Fontane: "Così le ho salvato la vita"

Dopo aver salvato la vita a Rossana, una giovane 14enne di Partanna che domenica scorsa al parco acquatico “Acquasplash” di Tre Fontane stava rischiando di morire, Amir Boubaker, 21 anni, di Mazara del Vallo, ha voluto incontrare la ragazzina all’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano.

A contattarlo su Facebook è stata la madrina della ragazza che ha voluto ringraziarlo per il gesto compiuto. Amir non ha perso tempo e ieri sera ha voluto abbracciare Rossana che si trova ricoverata per accertamenti presso il nosocomio di Castelvetrano. Amir Boubaker, di origini tunisine, è un istruttore di hip-hop e brek dance ma, nel segno della solidarietà, ha voluto qualificarsi come operatore di Bls.

Quelle nozioni, domenica gli sono serviti per salvare la vita a Rossana. Una giovane che lui non sapeva chi fosse: «Quando sono tornato a Mazara del Vallo, di ritorno dal parco acquatico di Tre Fontane, l’ho cercata nel pronto soccorso della mia città ma non l’ho trovata».

Quella lunga telefonata con la madrina ha aperto il cuore di Amir. Occhi lucidi di gioia e felicità nel cuore: «La vita voglio viverla amando gli altri e sentendomi amato». L’amore è anche quello dei gesti che lasciano un segno indelebile.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X