A Kartibubbo apre una libreria per riqualificare un bene sequestrato alla mafia

di

La cultura per riqualificare un bene confiscato alla mafia. Accade a Kartibubbo, nel villaggio turistico di campobello di mazara, un luogo che è stato meta di divertimento e che aspira a diventare motore di economia culturale. Lo farà grazie ad una libreria, aperta all'interno del villaggio nel periodo estivo su iniziativa del consorzio Piazza Marina e dintorni, assieme al festival "Una Marina di libri" e in collaborazione con la cooperativa Sanvitese servizi alberghieri. Lo spazio che si chiamerà "Un muro di libri" sarà composto da testi di editori siciliani e il calendario sarà ricco di appuntamenti tra reading e incontri con autori.

“Due anni fa, abbiamo cominciato a costruire muri, prima d’arte e dallo scorso anno di libri, aprendo una libreria che abbiamo chiamato Un muro di libri – racconta Nicola Bravo, presidente del Centro commerciale naturale piazza Marina e dintorni - Quindi anche questo anno dal 30 luglio sino al 8 settembre sarà in funzione la libreria,con presentazioni di libri, letture, interventi musicali e teatrali nella piazzetta di ingresso del villaggio, mentre lungo i viali gli artisti dipingeranno tele di m 150 x 150, assieme a quelle fatte negli anni precedenti, che andranno a arredare le stanze del resort. Una particolare attenzione verrà data sia al muro di ingresso dove interverrà Igor Scalisi Palminteri e all’ecomostro sul quale interverrà Salvo Ligama. L’idea portante è quella che si possono erigere muri etici, quindi una naturale prosecuzione di quanto il Consorzio Piazza Marina e dintorni con i partner editori Ottavio Navarra e Sellerio hanno fatto sin qui con Una Marina di Libri.”

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X