Cade e si frattura una caviglia, soccorsa turista francese alla Riserva dello Zingaro

di

I tecnici della Stazione Palermo-Madonie del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano in collaborazione con l’82esimo Centro SAR di Trapani-Birgi, hanno recuperato intorno una turista francese L.R. di 69 anni, che si era infortunata ad una caviglia cadendo nella zona di Cala del Varo nella Riserva dello Zingaro.

L’allarme è scattato tramite il 118 che ha subito allertato le squadre del Soccorso Alpino per la sospetta frattura ad una caviglia. È subito intervenuta una squadra via terra che ha raggiunto l’infortunata immobilizzandole la caviglia ed imbarellandola.

Vista la notevole distanza dalla più vicina strada raggiungibile da un’ambulanza, è stato richiesto l’intervento di un elicottero dell’Aeronautica Militare dotato di verricello per velocizzare le operazioni di soccorso. Intanto il personale del Soccorso Alpino provvedeva a spostare l’escursionista con tecnica di barella portantina in un’area più idonea per il recupero. Poco dopo l’elicottero HH 139 dell’82° Centro SAR di Trapani-Birgi recuperava con il verricello l’infortunata ed un tecnico del Soccorso alpino per trasportarla al campo sportivo di Castellammare del Golfo, dove veniva consegnata ai sanitari del 118.

Il 5 maggio scorso un turista francese di 33 anni che si era procurato un trauma distorsivo al ginocchio sinistro era stato soccorso nella zona di cala Disa. L'uomo, che faceva parte di un gruppo, era stato raggiunto a piedi, immobilizzato, messo in barella e trasportato nella vicina piazzola di cala Marinella dove è stato caricato su un elicottero del 118 e trasferito all'ospedale Civico di Palermo.

Gli interventi del Cnsas rientrano nella convenzione stipulata nel 2016 con 118, Vigili del fuoco, capitaneria di porto e Riserva naturale orientata dello Zingaro per garantire la sicurezza e il soccorso all'interno della riserva.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X