SERIE C

Trapani col fiato sospeso, caccia ai nuovi soci

di

Manca sempre meno al 30 giugno e la preoccupazione dei tifosi del Trapani resta parecchio alta. Entro quel giorno, termine perentorio fissato dalla Lega per l’iscrizione della squadra al prossimo campionato di serie C, la società dovrà pagare 5.000 euro come quota associativa, 55 mila euro (di cui 30 mila anche a rate) come tassa di iscrizione e presentare 350 mila euro di fideiussione.

La paura, adesso, è quella di veder sparire una certezza, una società che ha fatto sognare tanti trapanesi nei quattro anni in Serie B e nell’ultimo in C dove, nonostante tutto, la squadra ha concluso al terzo posto in classifica, nella stagione regolare, per poi essere eliminata dal Cosenza, bestia nera, nel primo atto dei play-off. Proprio una settimana fa la lettera di Morace ha aperto una falla che i tifosi non si aspettavano: «A seguito dei noti accadimenti che hanno coinvolto la famiglia Morace e la stessa Liberty Lines, la proprietà del Trapani Calcio S.r.l. comunica il proprio totale disimpegno dall’attività calcistica nella impossibilità di continuare a garantire un progetto serio alla squadra».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X