A Favignana 30 deejay suonano al tramonto contro il razzismo

di

Al via domani il festival “The Djoon Experience Favignana 2018”. Un parterre di deejay di primissimo piano in questa quarta edizione che al tramonto, davanti allo scenario delle Egadi, suoneranno house, disco, afro, funky e soulful, contro il razzismo e contro qualsiasi forma di intolleranza sociale.

La festa d’inizio sarà alle ore 18 al villaggio Approdo di Ulisse, mentre l'intera manifestazione durerà cinque giorni.

Sull’isola si incontreranno artisti e pubblico di culture diverse, dove non conta la diversità e dove si diventa parte di un unico contesto in uno scenario di accoglienza, caratterizzato dalla spontaneità delle relazioni e dall’uguaglianza.

L'intento del festival è anche quello di cogliere l’house music come mezzo capace di intercettare un flusso di visitatori e appassionati “fuori stagione” per le Egadi.

"L’operazione è ben riuscita – spiega Francesco Culcasi della 'Making Partners' – quest’anno abbiamo registrato il sold out all’interno dell’Approdo di Ulisse, il villaggio scelto come quartier generale".

Già da domani mattina sono previsti arrivi agli aeroporti di Palermo e Trapani anche di giovani provenienti dal Venezuela, dalla Francia, dalla Germania e dalla Gran Bretagna.

"L’obiettivo è quello di lasciare gli ospiti liberi di “vivere” tutta l’isola, da Cala Rossa a cala Burrone, dall’ex stabilimento Florio a cala Faraglioni – spiega ancora Culcasi – e poi godersi il tramonto a cala Grande, sulla baia dell’Approdo di Ulisse, tra cocktail e musica, oppure a bordo delle nostre barche con i boat party, i sunset party
e i night party che daranno la possibilità di ammirare l’isola dal mare in tre momenti diversi della giornata".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X