CARABINIERI

Picchiava il padre per avere i soldi per la droga, arrestato giovane di Marsala

di
maltrattamenti a marsala, Trapani, Cronaca
Gianluigi Graffeo

Chiedeva insistentemente del denaro al padre per poter acquistare la droga e in caso di rifiuto picchiava l'anziano genitore. Maltrattamenti che andavano avanti da tempo e che hanno portato all'arresto del marsalese Gianluigi Graffeo, 25enne già noto alle forze dell’ordine per reati contro la persona ed il patrimonio.

I carabinieri hanno arrestato il giovane nella serata di sabato 19 maggio in seguito a una richiesta d'aiuto del padre di Graffeo. L'uomo era rimasto vittima di una nuova aggressione da parte del figlio che da anni maltrattava i genitori per ottenere i soldi necessari all'acquisto di sostanze stupefacenti.

In particolare nell'ultimo periodo le richieste erano diventate quasi giornaliere, tanto che la piccola pensione del genitore non riusciva più a soddisfarle e, ad ogni rifiuto, il giovane si scagliava con violenza contro il padre.

Sabato sera l'ennesimo episodio che ha costretto l'uomo a rivolgersi alle forze dell'ordine. I carabinieri di Marsala, giunti sul posto, considerata l’età e le lesioni riportate dall'anziano genitore, hanno richiesto subito l’intervento dei sanitari del 118, che lo hanno trasportato pronto soccorso da dove, al termine delle visite specialistiche, è stato dimesso con una prognosi di otto giorni.

Il figlio, invece, si era allontanato a bordo dell’Ape 50 di suo padre ed è stato rintracciato dai militari che lo hanno arrestato e condotto presso la casa circondariale di Trapani. Il gip del Tribunale di Marsala, nella giornata di ieri, ha convalidato l’arresto stabilendo per Graffeo la custodia cautelare in carcere in attesa del processo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X