IL CASO

Segesta fra le erbacce: il pericolo adesso sono gli incendi

di

Ci sono gli «impegni di spesa» e le carte da mettere apposto e ci sono le erbacce da togliere prima che si verifichino gli incendi.

E chi glielo spiega ai turisti provenienti da ogni parte del mondo, che per tagliare l’erba al Parco archeologico di Segesta se ne parla da gennaio e ad oggi non si è fatto nulla? Il gran caldo, in questi giorni ci ha dato qualche assaggio, e a Segesta se lo ricordano bene quando nel 2011 il fuoco bruciò anche alcune macchine che erano parcheggiate nello spiazzo di sopra.

Dopo quel fattaccio, il parcheggio non è stato più utilizzato. Sino a ieri il Parco archeologico era pieno di erbacce, finanche attorno al tempio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X