COMUNE

Castellammare, a pulire le spiagge saranno i disoccupati: disponibili 44 posti

di

Torna l’operazione “Spiagge pulite” a Castellammare del Golfo. Anche quest’anno il Comune ripropone il bando per affidare a persone in difficoltà economica il servizio di pulizia degli arenili del paese. Ad essere impiegati per la pulizia delle spiagge saranno 44 castellammaresi con disagio economico.

Le domande potranno essere presentate entro il prossimo 9 maggio all’ufficio protocollo, successivamente le varie istanze saranno elaborate e approvate dai Servizi socio-assistenziali che predisporranno la graduatoria degli ammessi.

Tra i selezionati 40 si occuperanno del servizio di pulizia delle spiagge e 4 che hanno una specifica patente per escavatori e simili si occuperanno della manutenzione e pulizia ordinaria dei litorali con i mezzi messi a disposizione dal municipio per 320 ore complessive.

Diversi i requisiti di accesso alla graduatoria del progetto di pulizia delle spiagge rivolto a cittadini tra i 18 ed i 65 anni, come il basso reddito, gli anni di disoccupazione, i figli a carico e vari altri parametri dettagliatamente riportati nel bando. I 44 selezionati andranno a pulire le spiagge cittadine dalla Plaja a Guidaloca, Mazzo Di Sciacca, Petrolo, Campana e Cala marina.

Secondo la filosofia delle amministrazioni comunali che si sono succedute ed hanno sempre dato continuità a questo progetto, il bando ha un importante risvolto sociale, perché riesce a dare supporto a cittadini disoccupati che necessitano di sostegno economico e contemporaneamente garantisce la pulizia quotidiana di tutte le spiagge della città offrendo un servizio di tutela ambientale e il decoro delle località balneari.

I cittadini selezionati lavoreranno 4 ore al giorno per complessive 160 ore ed un compenso di 800 euro. Per i 4 selezionati che utilizzeranno i mezzi comunali, invece, le ore lavorative saranno 320 ed il compenso totale sarà di 1.600 euro.

L’istanza da dover presentare al Comune può essere scaricata dal sito internet istituzionale dell’ente castellammarese o ritirata presso l’ufficio Servizi socio-assistenziali che si trova in via poeta Vincenzo Ancona dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13.

Fondamentale sarà soprattutto il reddito Isee ai fini del piazzamento utile in graduatoria. Il massimo di 15 punti potrà essere assegnato a chi avrà un reddito inferiore a 3 mila euro, poi via via a scaglioni sino a non superare i 12 mila 911 euro.

Poi per chi è disoccupato ci saranno altri 5 punti, altrettanti per ogni figlio minore a carico, per la presenza di un disabile o di un detenuto all’interno del proprio nucleo familiare, e per chi non ha una casa di proprietà e dunque esibisce un contratto di locazione o è stato destinatario di uno sfratto esecutivo.

Altri 10 punti vengono assegnati se si è nella condizione di ragazza madre mentre 3 punti vengono assegnati per ogni familiare maggiorenne convivente senza reddito proprio.

L’istanza può essere presentata da uno o più componenti dello stesso nucleo familiare, in possesso dei prescritti requisiti, fermo restando che annualmente potrà essere inserito nel programma di lavoro un solo componente per nucleo familiare.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X