Rubarono una cassaforte dagli uffici del Comune di Trapani, tre arresti

di

TRAPANI. Sono stati individuati i tre ladri che hanno rubato dalla cassaforte del Comune di Trapani denaro e carte d’identità. Si tratta di Pietro Lipari, ericino di 35 anni, per il quale sono stati disposti gli arresti domiciliari; Ignazio Salerno, trapanese di 57 anni, che è stato portato in carcere; Danilo Sansica, ericino di 19 anni, per il quale è stato disposto l’obbligo di dimora nel Comune di Trapani.

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile hanno individuato i responsabili che sono accusati di ricettazione in concorso. I fatti risalgono alla notte tra il 17 e il 18 gennaio quando sono stati presi d’assalto  gli uffici della delegazione del Comune di Trapani  in Largo San Francesco.

I carabinieri hanno individuato il 28 gennaio stesso tre persone nei pressi di Piazzetta Catito, davanti un’abitazione diroccata, a bordo di un autovettura sulla quale veniva rinvenuta parte della refurtiva contenuta nella cassaforte.

Sono stati trovati 3.065 euro in banconote di vario taglio ed euro 415.95 in monete contanti, documenti chiaramente appartenenti al Comune di Trapani e pacchi di carte di identità ancora confezionati.

Sono scattate le perquisizioni nell’ abitazione abbandonata, dove è stata trovata  la cassaforte divelta. La cassaforte, il denaro, i documenti e la macchina sono stati posti sotto sequestro.

I tre sono stati da subito denunciati in stato di libertà per il reato di ricettazione in quanto colti non in flagranza di reato e, a seguito di un articolata attività di indagine dei carabinieri del Norm di Trapani e coordinata dal sostituto procuratore della repubblica Francesca Urbani, ha portato agli ordini di custodia cautelare per i tre.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X