ECCELLENZA

Kamarat decimato, il Marsala cala il poker

di

MARSALA. Una formalità, anzi una passeggiata. Una semplice passeggiata, per il Marsala, sbarazzarsi al Nino Lombardo Angotta, con un secco 4-0, di un Kamarat sceso in campo imbottito di giovanissimi per far fronte alle assenze per squalifica di De Miere, Aderre e Lio e ai forfait, per infortunio, di Salemi, Vaccaro e Reina, elementi che il tecnico Renato Maggio conta di poter recuperare appieno per la prossima delicata sfida contro l’Atletico Campofranco, vero e proprio spareggio-salvezza.

I marsalesi dovevano assolutamente vincere, reduci com’erano dalla brutta scoppola di Licata e da una settimana inevitabilmente travagliata e caratterizzata da turbolenze societarie per il modo in cui, a giudizio del loro presidente Peppe Milazzo, è maturata la sconfitta in terra agrigentina. E il Marsala, che aveva visto scendere da sei a tre i punti di vantaggio sullo stesso Licata, non ha proprio avuto alcuna difficoltà, alla luce del netto divario in campo, per compiere un ulteriore passo in avanti in direzione serie D.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X