RACCOLTA RIFIUTI

Mazara, ex Belice Ambiente: incerto il futuro per 89 lavoratori

di

MAZARA. A rischio 89 lavoratori mazaresi dell’ex Belice Ambiente, di cui 35 già assunti, e 54 in attesa di essere assunti dalla Società Consortile SRR Trapani Sud per essere distaccati, così come prevede la legge, presso la ditta vincitrice della maxi gara di appalto ARO per la gestione quinquennale del servizio di raccolta dei rifiuti urbani e speciali in città. Pertanto questi 89 lavoratori, allo stato attuale, non svolgono alcuna attività e sono preoccupati per il posto di lavoro.

La causa del mancato distaccamento all’impresa vincitrice dell’appalto milionario per 5 anni sarebbe collegata alla gara effettuata dall’Urega di Trapani che ha decretato vincitrice la Tech servizi (capofila) con Icos e Ecoin che si è classificata però seconda, dietro l’azienda Senesi spa che nei mesi scorsi ha ricevuto un provvedimento interdittivo a seguito di una vicenda giudiziaria che aveva coinvolto i vertici della stessa Società marchigiana. L’affidamento del maxi appalto non sarebbe ancora definitivo perchè, dopo che era stato presentato da parte dell’amministratore giudiziario della Senesi Spa, Alessandro Giuffrida, un ricorso al TAR Marche per l’annullamento del provvedimento interdittivo, si attende che il TAR Marche affronti la vicenda nel merito, dopo che l’istanza cautelare era stata respinta. Qualora il ricorso venisse accolto la raccolta dei rifiuti nel territorio mazarese potrebbe essere nuovamente stravolta.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X