TRIBUNALE

Castelvetrano, cugino del boss Messina Denaro accusato di bancarotta

di
castelvetrano messina denaro, Trapani, Cronaca
Tribunale di Marsala

CASTELVETRANO. Scontata la pena (4 anni e 2 mesi di reclusione) per la tentata estorsione ai danni dell’imprenditrice Elena Ferraro, il castelvetranese Mario Messina Denaro, 65 anni, cugino del super boss latitante Matteo Messina Denaro, si ritrova a dover fare nuovamente i conti con la giustizia.

Stavolta, davanti il Tribunale di Marsala (presidente del collegio: Vito Marcello Saladino), deve difendersi dall’accusa di bancarotta fraudolenta aggravata in concorso con la moglie, Benvenuta Anna Maria Forte, di 66 anni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X