IL PROCESSO

Turista morto in un B&B a Trapani, 5 testimoni confermano le accuse

di

TRAPANI. Udienza ieri dinanzi al giudice monocratico Visco del processo per la morte di Fabio Maccheroni, 43 anni di Seravezza, deceduto nel sonno nella notte tra il 15 e 16 agosto 2016 nel Bed & Breakfast Orchidea di Trapani. Sul banco degli imputati sono Benedetta Serafico, 54 anni, gestore del B&B, indagata per omicidio colposo e lesioni gravissime, insieme alla madre Tuzza Augugliaro, 76 anni, proprietaria dell'immobile, entrambe assistite dall’avvocato Giuseppe Rando, e il gestore del panificio Bartolomeo Altese, 35 anni, difeso dall’avvocato Donatella Buscaino.

Ieri sono stati sentiti cinque testimoni, citati dall'accusa rappresentata dal pm Rossana Penna. Sono stati sentiti quattro carabinieri ed un medico. Testi che sono intervenuti la mattina del ritrovamento del corpo del turista toscano all’interno del B&B. Gli stessi hanno raccontato che già in serata era stata abbandonata la pista di una possibile morte per assunzione di sostanze stupefacenti da parte della vittima, ma anche dell’amico Alessio Menicucci, che invece venne trovato in coma nella stessa camera dove era stato rinvenuto cadavere Maccheroni. I quattro testi hanno anche dichiarato come già all’indomani si fosse già sulla pista del monossido di carbonio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X