IL BILANCIO

Incidenti e disagi in provincia di Trapani per il maltempo

di

TRAPANI. Un ferito a causa dell'acquaplaning con l'auto che sull'A29 finisce nel terrapieno, ma anche corse per le isole minori saltate, frane ed allagamenti vari. È il bilancio dei due giorni di maltempo che hanno flagellato il Trapanese.

L'episodio più grave al chilometro 88 dell'A29, tra Santa Ninfa e Castelvetrano. Massimo Sibilio, medico di 53 anni originario di Salerno, ma in servizio all'Ospedale di Castelvetrano, si stava recando sul posto di lavoro, al «Vittorio Emanuele» quando, all'improvviso, ha perso il controllo della sua auto, una Renault Kadjar. L'uomo avrebbe perso il controllo del mezzo probabilmente per effetto dell’aquaplaning dovuto alle importanti piogge delle ultime, finendo prima contro il guard-rail di destra e, quindi, nella scarpata. Fortunatamente poco profonda.

L'auto è andata completamente distrutta, mentre Massimo Sibilio è rimasto fortunatamente illeso. «La mia auto, comprata appena un mese fa, improvvisamente ha perso il controllo ed è volata sul guard-rail di destra, finendo nella scarpata». Sibilio, quindi, è riuscito ad uscire dall'auto, dal vetro laterale. Un incidente che ripropone il problema della sicurezza dell'A29 nel tratto tra Mazara ed Alcamo, considerato che nell'ultimo anno sono già stati due gli incidenti mortali a causa di altrettanti incidenti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X