SANT'ANTONIO ABATE

Danneggiò il pronto soccorso di Trapani, condannato a 8 mesi

di

TRAPANI. Era stato l’artefice di una notte da incubo per medici e personale sanitario del Pronto Soccorso del Sant’Antonio Abate di Trapani quando, alle tre circa dello scorso giorno 2, si era presentato in ospedale chiedendo di essere aiutato perché non si sentiva bene.

Mentre stava per essere visitato, è andato, infatti, in escandescenze distruggendo a calci e pugni tutto quanto gli veniva a tiro, mobili, suppellettili ed apparecchi informatici e prendendo a testate le porte. Ieri, l’uomo, il 37enne P.B. chiamato a rispondere di danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale, è stato condannato a 8 mesi di reclusione dal giudice monocratico di Trapani Roberta Nodari.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X