PORTO

Cantiere navale di Trapani chiuso da 7 anni, la Cgil chiede la riapertura

di

TRAPANI. Il bacino di carenaggio deve riaprire, il prima possibile. Sette anni di attesa sono già tanti ed adesso occorre procedere con l’assegnazione alla società che ha vinto la gara di appalto, consentendo, così, al Cantiere Navale di riprendere la sua attività.

È questo il pensiero della Cgil che, attraverso il segretario generale provinciale Filippo Cutrona, peraltro anche responsabile della Fiom, invita il ministero dei Trasporti a «concludere le procedure che consentiranno alla società romana Marinedì di riaprire, dopo sette anni, i cancelli del Cantiere Navale», afferma Filippo Cutrona.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X