SANITA'

Code interminabili al Cup di Castelvetrano, potenziati gli sportelli

di

CASTELVETRANO. All’ospedale Vittorio Emanuele II di Castelvetrano per prenotare una visita ci vogliono giornate intere. File interminabili, litigi, tempi di attesa insostenibili. Ogni giorno è sempre più tesa la situazione. A denunciare non sono solo gli utenti ma anche la responsabile del Tribunale per i diritti del malato, Serena Navetta, che parla di vera e propria esasperazione per gli utenti, che a volte sfocia pure in rabbia e violenze verbali verso gli operatori del Cup e del Tribunale per i Diritti del Malato, preso giustamente di mira per denunciare il disservizio.

«Tre gli sportelli attivi che non riescono a smaltire le file, creando confusione e difficoltà fra gli utenti, molti dei quali non sono in ottime condizioni di salute e costretti ad attendere in piedi - afferma Navetta - una situazione che persiste oramai da troppi mesi e che adesso non si può più tollerare. Bisogna assolutamente garantire diritti e dignità al cittadino e soprattutto velocizzare ed intensificare i servizi sanitari, intensificando il personale necessario per garantire il servizio e non trasferendo le poche unità presenti in loco, in altri uffici Cup del territorio belicino»

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X