TRIBUNALE

Marsala, truffa in concorso: inflitti 8 mesi ai vertici dell’azienda Florabella

MARSALA. Sono stati condannati per truffa (materiale e morale) in concorso i coniugi Donato Dino Bellussi, di 66 anni, e Vincenza Maria Pellegrino, di 65. Il giudice monocratico Bruno Vivona ha inflitto loro otto mesi di reclusione ciascuno. Il pubblico ministero aveva invocato un anno e mezzo. I coniugi Bellussi-Pellegrino, condannati anche al risarcimento dei danni subiti dalla controparte, secondo l’accusa avrebbero fatto credere a due fornitori di poter acquistare quote della loro azienda (“Florabella”) scomputando 14.400 euro dal totale delle somme che avrebbero dovuto sborsare. Le quote, però, non furono cedute.

Dino Bellussi ha alle spalle alcune, non sempre fortunate, esperienze imprenditoriali in campo agricolo. Verso la metà degli anni ’90, fu al centro del “caso Solaria”, azienda che ebbe un clamoroso rovescio dopo avere realizzato un esteso pescheto con un finanziamento di alcuni miliardi di lire. Poi, si rifece, per un po’, nel settore del florovivaismo con la “Florabella”.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X