TRAPANI

Castellammare, aumentano gli introiti dalla tassa di soggiorno

di

CASTELLAMMARE. Un confronto con gli albergatori, vero motore dell'industria del turismo castellammarese. In città è venuto personalmente a incontrarli il neoassessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo. La sua tappa in città non è stata per nulla casuale: qui il turismo sta attraversando un vero e proprio boom, tra nuove attività alberghiere ed extralberghiere e soprattutto un aumento dei turisti. In attesa dei dati ufficiali a consuntivo del 2017 tra arrivi e presenze intanto c'è un punto di partenza inequivocabile che dà il senso dell'aumento dei visitatori ed è quello legato alla tassa di soggiorno.

A chiusura dell'ultima rata che alberghi e altre strutture ricettive hanno versato nel novembre scorso il municipio ha incassato 180 mila euro, all'incirca 20 mila euro in più rispetto allo scorso anno. E nel 2018 è previsto un introito ancora superiore dal momento che, sulla base di quanto già evidenziato dal legislatore, dovranno essere assoggettati alla tassa anche tutte le altre strutture che ad oggi non hanno versato questa imposta, vale a dire le case-vacanza in primis.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X