L'INCHIESTA

Massaggi e sesso, scambio di accuse a Trapani

di

TRAPANI. Una testimonianza importante per il prosieguo delle indagini. E’ ritenuta tale quella che dovrà rendere Hongying Li, la cinese di 52 anni, la cui attività di prostituzione sarebbe stata sfruttata dalla connazionale Xiaolan Han, di 48 anni, nel Centro massaggi «Tuina» di via Nino Bixio, a Trapani.

Il permesso di soggiorno di Hongying Li scade il prossimo 31 gennaio, ed allora il giudice per le indagini preliminari, Caterina Brignone, accogliendo la richiesta che era stata avanzata dal sostituto procuratore Antonio Sgarrella, ha disposto che l’assunzione della testimonianza della donna avvenga nel corso di un incidente probatorio fissato per martedì alle 11.30 a Palazzo di Giustizia.

L'incidente probatorio è infatti un «istituto» del diritto processuale penale attraverso il quale il pubblico ministero (ma anche la difesa) può chiedere l'assunzione anticipata dei mezzi di prova nelle fasi precedenti il dibattimento.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X