Rivive a Calatafimi il presepe vivente fra costumi e prodotti tipici

CALATAFIMI SEGESTA. Rivive a Calatafimi Segesta il presepe vivente. Lungo le stradine diversi personaggi d’epoca impersonati da figuranti calatafimesi in costume tipico, che rappresentano momenti della vita di una volta, fatta di stenti e difficoltà quotidiane.

Tra pittoresche vie del vecchio quartiere prendono così vita diverse botteghe animate da figuranti che vestono i panni dei loro antenati.

Lungo il percorso sarà possibile ammirare fabbri, sarte, calzolai, pastori, ceramisti e altro ancora.

Il presepe di Calatafimi giunge dunque alla sua sesta edizione.

Spazio anche alla valorizzazione dei prodotti tipici del luogo come il cucciddato di Calatafimi (caratteristico pane dalla particolare forma a fiore), pani cunsatu (olio, sale e origano), li maccarruna (pasta caratteristica intrecciata), le fave caliate (brustolite), la zarbina (ricotta), l'acqua cu l’Addauru (tisana con foglie di alloro).

E poi, miele e ceci.

L'accesso al presepe si trova in via Roma, all’altezza del civico 13 e resterà aperto il 26 e il 30 dicembre, il 5-6-7 gennaio dalle 17.30 alle 21.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X