TRIBUNALE

«Atti persecutori» contro una giornalista, condannato marsalese

di
Stalking giornalista Marsala condanna, Trapani, Cronaca
Tribunale di Marsala

MARSALA. Un anno e mezzo di reclusione è stata la pena inflitta, ieri, dal giudice monocratico Matteo Giacalone al pregiudicato marsalese Maurizio Planeta, 48 anni, processato con l’accusa di “atti persecutori”, reato più noto come “stalking”, in danno della giornalista Antonella Lusseri.

Venerdì scorso, al termine della sua requisitoria, il pubblico ministero Federico Panichi aveva invocato la condanna a 2 anni e 4 mesi di carcere. Teatro dei fatti contestati al pregiudicato è un cortile del centro storico marsalese, in via Antonino Barraco, nei pressi del vecchio ospedale San Biagio. Maurizio Planeta, che abita con il padre, è vicino di casa di Antonella Lusseri.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X