TRIBUNALE

Uccise la moglie, condannato a 16 anni e 8 mesi a Trapani

di

TRAPANI. Ha ucciso la moglie, Anna Manuguerra, a coltellate, però per il giudice dell’udienza preliminare, non esiste, riguardo all’accusa di omicidio, l’aggravante della crudeltà. A carico del 60enne carpentiere Antonino Madone, cui sono state concesse anche le attenuanti generiche, è stata emessa, infatti, una condanna a 16 anni e 8 mesi di reclusione, a fronte dei 30 richiesti dal pubblico ministero. Lo scrive oggi il Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X