LE INDAGINI

Cadavere nel fiume a Selinunte, sarà il dna a confermare l'identità

di

CASTELVETRANO. Sarà l’esame della comparizione del Dna, a dare un volto definitivo al 50enne trovato annegato nel fiume Belice. Le prime indagini porterebbero a Paolo Privitera che da cinque giorni manca da casa. I parenti avrebbero riconosciuto lembi della maglietta che lui indossava e i jeans,così come pare due cicatrici e il fatto che s era rasato da poco i capelli lasciando invece la lunga barba.

Il dubbio sulla sua definitiva identificazione è dato dal fatto che il corpo, infatti, per via della lunga permanenza in acqua, si è deteriorato gonfiandosi parecchio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X