AGRICOLTURA

Produzione di olive, nella Valle del Belice è previsto un calo del 60%

di

CAMPOBELLO DI MAZARA. Da una prima stima a essere danneggiato è stato almeno il 60% del raccolto. Il mercato dell’oliva da tavola prodotta nella Valle del Belice quest’anno sta accusando il colpo dopo che lo scorso settembre una grandinata ha danneggiato la gran parte della produzione. A denunciarlo è la Coldiretti Trapani ma anche l’associazione di produttori «Terra degli ulivi» che ha sede proprio a Castelvetrano.

La grandinata ha colpito i territori di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Partanna, il comprensorio dove insiste la maggiore coltivazione di olive cultivar «Nocellara del Belice».

«Le olive oggi si presentano con visibili danni con conseguenziali danni nella commercializzazione – denuncia Francesco La Croce a capo dell’Associazione produttori «Terra degli ulivi» – in alcuni casi non possono essere lavorate e immesse in commercio». Alla già difficile annata agraria a causa del caldo torrido di quest’estate, si è così aggiunto un ulteriore elemento che danneggia il comparto.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X