DAVANTI AL COMUNE

"Mancano bagni e acqua", i residenti degli alloggi popolari di Campobello di Mazara protestano

CAMPOBELLO DI MAZARA. Oggi una delegazione di residenti degli alloggi popolari di contrada Erbe bianche, e un gruppo degli oltre 700 migranti lavoratori stagionali accampati nella zona in tende e altri rifugi di fortuna hanno protestato davanti alla sede del Comune di Campobello di Mazara, chiedendo una qualità della vita migliore e un intervento sulla situazione igienico-sanitaria. Una delegazione è stata ricevuta in municipio.

Gli immigrati non dispongono di servizi igienici e possono fare affidamento su una sola fonte di approvvigionamento idrico, una sorta di rubinetto all’aperto. Qualche ora prima i residenti avevano protestato sul posto. In particolare erano state mamme di origine nordafricana a manifestare il loro dissenso per la situazione che si è venuta a determinare.

Quattro giorni fa il sindaco Giuseppe Castiglione aveva reso noto che la prefettura di Trapani aveva dato disposizioni affinché una task force composta da personale delle forze dell’ordine presidiasse l’accampamento spontaneo di Erbe Bianche sino alla fine della campagna olivicola. L’amministrazione comunale da parte sua si era impegnata a bonificare il sito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X