L'EMERGENZA

Marsala, nuovo sbarco di clandestini a Capo Boeo

di

MARSALA. Due gommoni con motori fuoribordo abbandonati a riva costituivano, ieri mattina, per chi transitava sul lungomare Boeo, la concreta testimonianza dell’ultimo sbarco di migranti avvenuto nella notte.

Il terzo, nello stesso tratto di costa (tra il Museo archeologico regionale “Lilybeo” di Baglio Anselmi, la chiesa di San Giovanni e le palazzine di via Ernesto Pomilia), nell’arco di meno di sette mesi. E anche in precedenza (23 febbraio e 2 maggio) a testimoniare gli arrivi via mare erano state piccole imbarcazioni (i quei casi, in vetroresina) abbandonate a pochi metri dai cumuli di alghe che le mareggiate spingono sulla costa a strapiombo. In febbraio e in maggio, i migranti, dopo avere abbandonato a riva abiti bagnati, qualche confezione vuota di cibo e le bottiglie d’acqua, anche queste ormai vuote o semivuote, con cui si erano dissetati durante la traversata, erano riusciti subito a dileguarsi. Tutti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X