AMMINISTRAZIONE

Buoni pasto negati, scontro al Comune di Alcamo

di

ALCAMO. Stop ai buoni pasto ai dipendenti del Comune di Alcamo. Lo ha deciso l’amministrazione grillina del sindaco Domenico Surdi, come già annunciato nelle scorse settimane. Ma i sindacati contestano. «Fin da quando ci siamo insediati – ha già detto il sindaco di Alcamo - il nostro obiettivo è stato quello di ridurre al massimo gli sprechi e i privilegi dell’amministrazione comunale. Abbiamo eliminato anche i buoni pasto che, fino a oggi, venivano elargiti a tutti i dipendenti comunali. Come già discusso con i sindacati – ha concluso Surdi -, si tratta di una misura volta a ottimizzare e reinvestire queste somme (circa 120 mila euro) attraverso un sistema che, premiando i meritevoli, punti a migliorare l'organizzazione dell'ente e quindi i servizi ai cittadini».

Adesso con una nota, però, Cisl Fp e Uil Fpl Trapani protestano «contro il tentativo del sindaco di Alcamo – spiegano - di bloccare l’erogazione dei “buoni pasto” ai dipendenti comunali». I segretari provinciali di categoria Marco Corrao e Giorgio Macaddino «pur condividendo – dicono - la necessità di avviare un piano di razionalizzazione delle risorse comunali», contestano il fatto «che questo debba essere avviato togliendo quello che è un diritto dei lavoratori municipali».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X