SANITA'

Troppi parti col cesareo: controversia tra l’Asp e la casa Sant’Anna

di
Trapani, Cronaca
Asp Trapani

TRAPANI. Finisce davanti al Tar (tribunale amministrativo regionale) il problema del numero delle nascite con parto cesareo presso la Casa di Cura “Sant’Anna” di Casa Santa- Erice. Dall’altra parte l’Azienda sanitaria provinciale di Trapani che ritiene superiore al numero previsto i parti cesarei avvenuti presso la struttura sanitaria ericina.

Questi i fatti. Secondo un provvedimento adottato dal commissario dell’Ente, Giovanni Bavetta, la Casa di Cura Sant’Anna chiedeva all’Asp il pagamento del budget previsto in base al numero dei parti cesarei (nelle donne primipare). L’Azienda sanitaria dal canto suo nel gennaio dell’anno in corso deliberava il budget provvisorio da accreditare alle case di cura convenzionate o accreditate, facendo presente tra l’altro che il numero delle nascite con parto cesareo presso una struttura sanitaria non può superare nelle donne primipare un esubero rispetto al 25 per cento di tutti i parti che avvengono nel corso di un anno solare.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X