AMBIENTE

Il rogo di Alcamo, qualità dell’aria nella norma

di

ALCAMO. Aggiornamenti sono stati resi noti nel primo pomeriggio di ieri dal sindaco di Alcamo Domenico Surdi, in riferimento agli effetti dell’incendio dello scorso 30 luglio che ha distrutto l’impianto di stoccaggio di rifiuti dell’imprenditore Vincenzo D’Angelo in contrada Citrolo. Emergerebbe una situazione più rassicurante intanto per quanto riguarda i terreni coltivati a viti. Si attendono però dati più approfonditi.

«A seguito di un’ulteriore riunione tenutasi in Prefettura – dichiara il sindaco - possiamo confermare che le analisi riguardanti la qualità dell'aria sono molto confortanti. I dati consegnatici in questi giorni dall'Arpa, infatti, sono ampiamente al di sotto dei parametri stabiliti per i centri urbani, mentre rimaniamo in attesa di quelli relativi ai campionamenti del suolo».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X