IL CASO

Incendio ad Alcamo, cittadini e agricoltori pronti ad azioni legali

di

ALCAMO. C’è apprensione ad Alcamo dopo il disastroso incendio che nei giorni scorsi ha distrutto il deposito di rifiuti speciali della ditta di Vincenzo D’Angelo. Non si registrano ancora importanti aggiornamenti per quanto riguarda le indagini, né sono stati ancora comunicati i dati delle analisi scientifiche sui terreni investiti dalla nube tossica.

I cittadini attendono con grande interesse informazioni dettagliate e stanno sviluppando iniziative per far valere i propri diritti in caso di eventuali danni da inquinamento. Ieri mattina è stato segnalato un nuovo focolaio in quell’area di contrada Citrolo, prontamente domato dai vigili del fuoco.

«Probabilmente – ha detto il sindaco Domenico Surdi – i dati delle analisi sui terreni li avremo lunedì o al massimo martedì», quindi non è da escludere novità importanti in tal senso per domani. Finora, il Comune ha riferito che «i dati della qualità dell’aria sono nella norma e confortanti». Ad effettuare le campionature l’Arpa e i vigili del fuoco.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X