IL BALLO

L'Ottocento rivive a passo di valzer, a Segesta il Gattopardo colora una nuova alba

CALATAFIMI SEGESTA. La compagnia nazionale di danza storica “Harmonia Suave”, diretta da Carla Favata, colora l'alba del Teatro Antico di Segesta. Domenica, alle 5 del mattino, andrà in scena “Il gran ballo al tempo del Gattopardo” per il cartellone di “Catalafimi Segesta Festival - Dionisiache 2017”, la manifestazione organizzata dal comune di Calatafimi Segesta in sinergia con il Parco Archeologico di Segesta e la direzione artistica di Nicasio Anzelmo.

Sul palcoscenico insieme ai ballerini ci saranno gli attori Giovanni Carta ed Emanuela Trovato.

Si potrà vivere la magia e l’atmosfera romantica di un gran ballo ottocentesco. Assaporare le emozioni, la gioia, il tremito, forse dimenticato o completamente sconosciuto, dell’abbraccio di un valzer, dell’armonia di una quadriglia, della freschezza di una contraddanza. Lo slancio creativo, la passione intellettuale e l’accuratezza filologica delle ricerche della compagnia “Harmonia Suave”
danno vita a dei veri e propri capolavori che si vogliono rendere disponibili e accessibili per tutti.

L’obiettivo primario è coinvolgere, ricreare oggi lo spirito della danza di società, fulcro e connessione di codici, significati e sensi culturali. Gattopardo riporta in auge la forma di divertimento più diffusa in tutta Europa nel corso del XIX secolo attraverso la proposta di danze coinvolgenti (quadriglie, contraddanze, valzer e mazurche) introdotte dagli aneddoti del Maestro di Cerimonie ed eseguite con i costumi e le musiche più brillanti e popolari dell’epoca.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X