Tutto pronto per la nona edizione di Nuove Impressioni, si parte il 4 agosto

ALCAMO. È la settimana di Nuove Impressioni: prenderà il via venerdì 4 agosto la 9^ edizione della rassegna, completamente gratuita, che si terrà all’Anfiteatro Ex-Cave Orto di Ballo di Alcamo. Sul palco si alterneranno artisti nazionali e internazionali, molti dei quali per la prima volta in Sicilia: si parte con la band romana Mon, cinque componenti che danno libero sfogo a valvole, synth, effetti analogici e ritmiche incalzanti contrapposte a linee vocali malinconiche e intimiste di matrice folk. Poi i Junkfood 4ET, per la prima volta in Sicilia, progetto nato nel 2007, conosciuto in Italia per le decine di concerti e i Festival in cui sono stati protagonisti, tra cui il prestigioso Primavera Sound del 2014. A chiudere la prima giornata di musica, i Moseek, il trio rivelazione di X-Factor 9, una band che si esprime alla grande durante i concerti, travolgenti ed unici grazie all’impatto scenico delle loro perfomance (anche loro per la prima volta in Sicilia).

Sabato 5 agosto sarà la volta dei belgi STUFF., quintetto che spazia dall’hip hop all’elettronica fino al funk e del trascinante rock psychedelico del trio inglese Hey Bulldog, entrambi per la prima volta in Sicilia. Si torna in Italia con i Gazebo Penguins e il loro post-hardcore. In chiusura l’elettronica dei siciliani When Due.

NUOVE IMPRESSIONI è un contenitore poliedrico capace di ospitare diverse esperienze artistiche connotate dall’elemento dell’originalità: oltre la musica, infatti, molto spazio sarà dedicato alle attività collaterali.  I laboratori musicali “Sviluppomusicalità” e “Music Moves For Piano”, per bambini dai 4 ai 12 anni, presentati dall’insegnate associato AIGAM(Associazione Italiana Gordon per l’apprendimento musicale) Maurizio Ruisi. Verranno presentati due libri: “Street Art in Sicilia - Guida ai luoghi e alle Opere” frutto del lavoro di indagine e mappatura svolto da Mauro Filippi, Marco Mondino e Luisa Tuttolomondo sul fenomeno dell’arte urbana in Sicilia e “La Lista”, l’ultimo libro di Lirio Abbate, caporedattore a l’Espresso e autore di reportage sulle mafie, corruzione e collusioni fra boss e politici.

Ovviamente spazio al teatro, affidato a Teatro Cantiere, già ospiti di Nuove Impressioni nel 2013: presenteranno una performance musicale e teatrale “Stu munnu sta ‘mpazzennu”, eseguita da Davide Cangelosi, Sara Pirotto, Josephine Chiara Lunghi, Hengel Tappa, che indaga l’immaginario atavico della Sicilia partendo dalle sue canzoni antiche e tradizionali. Sempre nelle giornate del festival, Teatro Cantiere terrà un laboratorio aperto a tutti, previa iscrizione: “La cosa più semplice del mondo” è un esperimento di indagine sull’uomo e sul sé.

A completare i sensi coinvolti, i prodotti enogastronomici del nostro territorio e la loro valorizzazione attraverso la partecipazione attiva di giovani realtà imprenditoriali locali: saranno ospiti un gruppo di giovani professionisti che hanno da poco avviato, e  presenteranno, una start up innovativa  con la formula del Work for equity “Wineplane s.r.l.”,prima piattaforma online che offre alle cantine la possibilità di vendere tour e degustazioni a enoturisti provenienti da ogni parte del mondo. Sempre nell’abito del festival alcune cantine locali, presenteranno un incontro con degustazione sul tema “Il Catarratto, da schiavo a principe”. Nelle due giornate l’Associazione Terra degli Elimi curerà lo Street Food.

NUOVEIMPRESSIONI, oltre ad essere un’occasione di sviluppo culturale, rappresenta un’opportunità concreta di accrescere l’attrattività turistica e quindi di innescare dinamiche di crescita economica per il nostro territorio.  Non a caso la scelta della location ricade in uno tra i siti più interessanti di Alcamo, l’evento infatti si svolgerà pressol’anfiteatro ex cave Orto di Ballo. Le cave di travertino “Orto di Ballo” sono un sito molto importante per le sue interessanti caratteristiche geologiche e morfogeologiche. È prevista la possibilità, nei giorni del festival, di effettuare visite guidate al Geosito, grazie alla presenza"Ass. Cult. Osservatorio Paleontologico G.G. Gemmellaro"

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X