L'AUTOPSIA

L'omicidio di Campobello, Marcianò aggredito alle spalle e freddato con tre colpi

di

TRAPANI. Probabilmente non si è neanche accorto. Giuseppe Marcianò è stato colpito alle spalle. Freddato con tre colpi alla schiena, precisi e devastanti. È morto all’istante. Questi sarebbero alcuni degli elementi emersi dall’autopsia effettuata ieri a mezzogiorno al cimitero comunale di Mazara del Vallo sul corpo dell’imprenditore agricolo, assassinato mentre si trovava giovedì scorso nel suo terreno in Contrada Bosco Vecchio, a Tre Fontane, a Campobello. Dalla modalità sembrerebbe quasi un’esecuzione: tre colpi dritti alla schiena, due diverse armi da fuoco, un fucile e una pistola.

L’autopsia durata circa tre ore è stata eseguita dal professor Paolo Procaccianti dell’Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Palermo e dal medico legale Antonino Margiotta di Campobello di Mazara.

Presenti al cimitero il cognato e il suocero di Marcianò Andrea e Pino Burzotta. L’autorità giudiziaria ha già dissequestrato la salma che però è rimasta all’obitorio. La famiglia potrà vederla prima della celebrazione dei funerali che si svolgeranno domani mattina nella chiesa San Francesco a Mazara del Vallo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook