IL CASO

A Trapani la protesta dei cittadini: "Basta prostitute sotto le nostre case"

di

TRAPANI. Ormai sono diventate le «strade del sesso a pagamento”». Tutte le sere, dopo le 22, via Eurialo, via Virgilio, piazzale Ilio e via Didone, a Trapani, si popolano di prostitute di colore che attendo fino alle quattro di mattina i loro clienti ferme sui marciapiedi.

«Lì – come sostengono gli abitanti della zona – fanno di tutto: si spogliano per attirare gli automobilisti di passaggio, si truccano, bevono, fanno i loro bisogni, consumano i loro rapporti sessuali». Insomma, nella terra di nessuno la fanno da padrone, sono loro, infatti, a dettare legge.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook